L'ingresso principale della Banque du Liban (BDL). Photo credit: Libnanews.com, tutti i diritti riservati
L'ingresso principale della Banque du Liban (BDL). Photo credit: Libnanews.com, tutti i diritti riservati

La Banque du Liban ha messo in dubbio la sua politica del PEG della lira libanese nei confronti del dollaro imposto nel 1997 con un tasso fisso di 1507 LL / USD all’epoca, tasso ancora ufficialmente in vigore oggi, con la pubblicazione ieri di una nuova circolare, Circolare 157 del 10 maggio, consentendo la fluttuazione dei tassi di cambio della valuta locale rispetto alle valute estere per le banche commerciali.

La Banque du Liban lo aveva comunque promesso la fluttuazione della sterlina libanese contro il dollaro non sarebbe avvenuta senza previo accordo con il FMI nel gennaio 2021. Lo stesso governatore della Banque du Liban Riad Salamé concordò, quello stesso mese, su questo la politica del PEG o il mantenimento della parità non era più rilevante dopo che la valuta locale ha perso più del 90% – o anche più del 100% – del suo valore, passando da 1507 LL / USD come tasso di cambio ufficiale a 15.000 LL / USD, meno di 2 mesi fa a causa di movimenti speculativi contro il locale moneta.

Il cambio dovrebbe quindi essere determinato dalla piattaforma elettronica Sayrafa che inizialmente doveva essere inaugurata il 16 aprile e che ancora non è aperta. Anche se i meccanismi per la determinazione del tasso di cambio sono attualmente sconosciuti, la Banque du Liban indica che questa piattaforma, destinata agli agenti di cambio ufficiali e alle banche commerciali, mira a regolamentare i vari mercati dei cambi che sono apparsi dopo la tassazione. Libano, controllo informale del capitale nel novembre 2019.

Quest’ultimo ha quindi reagito immediatamente limitando drasticamente gli scambi di valuta fino all’entrata in vigore di questa direttiva, portando gli istituti bancari a sospendere tutte le vendite di valuta, in particolare agli importatori, e provocando così carenze di alcuni beni sul mercato locale.

تعميم_أساسي_رقم_157_موجه_للمصارف_10_5_2021_2

Questa decisione potrebbe anche portare ad un ulteriore deterioramento della parità della lira libanese rispetto al dollaro sul mercato locale, se il meccanismo di domanda e offerta fosse realmente rispettato, anche se potrebbe aiutare a unificare i diversi prezzi della moneta locale contro il biglietto verde. Mentre alcuni sostengono che le banche libanesi potrebbero ridurre le loro perdite significative con questa misura, sembra anche essere una delle principali richieste di queste istituzioni davanti alla commissione parlamentare per le finanze e il bilancio che sta attualmente discutendo un progetto, questo tempo di controllo ufficiale del capitale.

La delegazione di ABL ha, infatti, chiesto a questa commissione parlamentare di consentire alle banche di dare sterline libanesi invece di valute estere. per i prelievi da conti denominati in valuta estera, anche se indicano di temere l’effetto inflazionistico che deriverebbe da tale misura.

La politica PEG, il fattore aggravante della crisi economica

La caduta della moneta locale sembra infatti inevitabile a causa di diversi fattori con una cosa in comune, quella del mantenimento di una parità artificiale. La sterlina libanese è stata artificialmente sopravvalutata per 25 anni con un flusso finanziario in entrata a sostegno della valuta locale e del debito pubblico senza creazione di ricchezza reale. La parità reale della sterlina libanese rispetto al dollaro non è mai stata quella di 1507 LL / USD ma piuttosto prossima a 3.000 LL / USD secondo i modelli econometrici. Questa differenza ha portato ad un involontario indebitamento significativo della popolazione a scapito dei suoi risparmi. Senza rendersene conto, ad ogni acquisto, i libanesi pagavano indirettamente il doppio dei prezzi rispetto ai mezzi a disposizione della loro economia. Se il prezzo di una merce importata fosse $ 100, ad esempio, in realtà quel prezzo raggiungerebbe $ 200 per l’economia. Questo sistema poteva essere mantenuto solo grazie, inizialmente al risparmio della popolazione, poi al costante afflusso di cassa della diaspora e all’aiuto delle conferenze di Parigi II e III fino al punto di rottura.

Questa stessa politica del PEG ha favorito la creazione di un’economia dollarizzata con l’80% dei depositi bancari in valuta estera a scapito di una valuta locale, più controllabili e possibili aggiustamenti attraverso, ad esempio, una svalutazione morbida invece di una severa correzione che noi sono stato testimone per 2 anni.

Anche se negano qualsiasi coinvolgimento nella crisi economica, i funzionari della Banque du Liban hanno utilizzato la politica PEG per attrarre capitali stranieri in Libano al fine di mantenere un sistema economico non competitivo e insostenibile a lungo termine, quello che alcuni definiscono essere , giustamente, uno schema Ponzi ad alti tassi, con la conseguenza immediata della perdita di competitività del lavoratore libanese locale, inducendo indirettamente ad esempio un aumento della disoccupazione e la distruzione quasi deliberata di industrie locali diverse da quelle del settore bancario. La politica del PEG era quindi la malattia olandese di cui soffriva il Libano. come fattori, l’export della nostra materia grigia che avvantaggia le economie straniere invece di avvantaggiare l’economia locale e che in cambio ha portato a un flusso di cassa in entrata a sostegno della sopravvalutazione della sterlina libanese rispetto al dollaro.

Una volta invertiti i flussi finanziari a partire da gennaio 2019, la realtà economica alla fine ha sempre prevalso, la caduta della sterlina libanese e la crisi economica sono state inevitabili, portando la popolazione – prima negativa – a prendere coscienza della reale portata della situazione rivelatasi per prima soprattutto per carenza di biglietti verdi, comunque necessari per finanziare le importazioni di merci, essendo il Libano un paese importatore netto

Si vous avez trouvé une coquille ou une typo, veuillez nous en informer en sélectionnant le texte en question et en appuyant sur Ctrl + Entrée . Cette fonctionnalité est disponible uniquement sur un ordinateur.