Wikipedia Proclamation_of_the_state_of_Greater_Libanon

Lo Stato del Grande Libano fu proclamato il 1 settembre 1920 dal generale Henri Joseph Eugène Gouraud, rappresentante dell’autorità francese mandataria sulla Siria, dall’alto della scalinata della Residenza des Pins a Beirut, alla presenza del Patriarca maronita, Elias Hoayek alla sua destra e il Mufti alla sua sinistra.

La data della proclamazione del Grande Libano il 1° settembre è un po’ dimenticata dopo la cancellazione da parte delle autorità libanesi delle celebrazioni ufficiali in favore della data dell’indipendenza del 22 novembre 1943. Tuttavia, la creazione del Grande Libano ha permesso lo sviluppo delle principali istituzioni statali attuali.

Un paese ferito dalla prima guerra mondiale

Dal 1918, le truppe alleate e principalmente britanniche presero il Monte Libano dalle forze ottomane supportate da alcuni quadri tedeschi. Queste ultime forze avevano commesso una serie di soprusi che costarono la vita a un terzo della popolazione – prevalentemente cristiana – della Terra dei Cedri, soprattutto in montagna con l’imposizione di un blocco alimentare durante la prima guerra mondiale.

Nella capitale Beirut, diversi nazionalisti libanesi furono impiccati dagli ottomani il 21 agosto 1915, poi il 6 maggio 1916, mentre era al potere il governatore Djemal Pasha.

A seguito di queste esazioni e in accordo con gli accordi conclusi tra le potenze alleate e più in particolare quella di Sykes-Picot, quello che diventerà il Grande Libano e la Siria entra nella zona di influenza francese.

Tra i primi passi compiuti dal generale britannico Allenby, il ripristino del Consiglio di rappresentanza nell’ottobre 1918. Il periodo di transizione sarà guidato dall’Alto Commissario François Georges Picot.

Le truppe inglesi si ritireranno infine nell’ottobre 1919, lasciando il posto alle truppe francesi. Il Trattato di Versailles, firmato il 28 giugno 1919, confermerà il mandato francese del Libano. Questo periodo sarà travagliato, quindi, da un lato, manifestazioni nazionaliste arabe che chiedono l’attaccamento del Libano al Regno di Siria del re Faysal Ibn Hussein e, dall’altro, l’istituzione di un Libano indipendente protetto dalla Francia.

La Conferenza di Sanremo conferirà definitivamente alla Francia il Mandato sulla Terra dei Cedri il 25 aprile 1920 e sarà ratificata dalla Società delle Nazioni il 24 luglio 1922.

L’istituzione delle prime amministrazioni pubbliche libanesi

Il Grande Libano sarà – intanto – proclamato il 1° settembre 1920, consentendo l’istituzione delle prime amministrazioni pubbliche locali e in particolare l’istituzione di un parlamento, l’elezione di un Presidente della Repubblica, la designazione di un Primo Ministro ma soprattutto la stesura di una costituzione libanese che rimane in vigore ancora oggi nonostante numerosi emendamenti.

Una delegazione libanese ricevuta dal generale Weygand, 22 novembre 1920

Nasceranno così i principali organi di quello che diventerà lo Stato libanese e in particolare il 24 gennaio 1924 la Sterlina libanese-siriana.

A seguito del fallimento dell’Amministrazione Militare della zona, su iniziativa di Henri de Jouvenel, verrà istituita un’amministrazione civile, con l’obiettivo di l’istituzione della Costituzione libanese che sarà ufficializzata il 23 maggio 1926. In gran parte ispirato alla Costituzione della Terza Repubblica francese, proprio come quest’ultima, limiterà i poteri esecutivi del Presidente della Repubblica. Non sarà promulgato fino a 4 anni dopo, il 22 maggio 1930, e sarà causa di grande instabilità a livello di governo.

Charles Debbas sarà eletto alla Presidenza della Repubblica il 26 maggio 1926. Nominerà Auguste Bacha Habib Primo Ministro il 29 maggio 1926. Quest’ultimo costituisce nello stesso giorno il primo governo libanese. Avrà 7 membri, quindi 2 maroniti, 1 sunnita, 1 sciita, 1 drusa, 1 greco-ortodosso e 1 greco-cattolico. Sempre il 29 maggio verrà istituito il Senato libanese presieduto da Mohammed el Jisr.

Infine nell’ottobre 1926 verrà adottato l’Inno Nazionale Libanese.

Leggi anche:

La cronologia dell’indipendenza del Libano

Dalla nascita del Libano attraverso gli accordi Sykes Picot

Si vous avez trouvé une coquille ou une typo, veuillez nous en informer en sélectionnant le texte en question et en appuyant sur Ctrl + Entrée . Cette fonctionnalité est disponible uniquement sur un ordinateur.

Cette publication est également disponible en : Français English العربية Deutsch Español Հայերեն