La cittadella di Hasbaya, nel sud del Libano, è un luogo interessante da vedere nonostante un lugubre stato esterno con architetture diverse – crociate, arabe e persino italiane – ma di cui conserviamo un certo fascino.

Oggi l’edificio è lungo 150 metri e largo 100 metri per una superficie complessiva di 20.000 mq su più livelli.

Costruito sulla base di un castello crociato dell’XI secolo di cui vedremo alcuni elementi che sono rimasti presenti nonostante molte modifiche come le mura di uno spessore in posti di un metro e mezzo, la torre sud o alcuni altri elementi medievali di un natura difensiva. Tra i resti dell’edificio a croce, la porta d’ingresso sarà ridisegnata e mostrerà i simboli araldici della famiglia Chehab – 2 leoni e una targa che ricorda l’impostazione della fortezza dall’emiro Ali Chehab.

Hasbaya. Credito fotografico: François el Bacha, tutti i diritti riservati

La leggenda nera del Castello Crociato indica che quest’ultimo avrebbe seppellito le teste dei prigionieri nelle segrete oggi inaccessibili a seguito di una decisione della Direzione Generale delle Antichità. Da queste stesse segrete, 2 cunicoli forniscono l’accesso al fiume situato a nord, sotto l’edificio e dall’altra parte verso la vicina Moschea. L’interesse strategico di questo castello risiede nella sua posizione.

Tra gli abitanti di questa cittadella, la moglie di Bachir Chéhab II si distinse per l’architettura del Diwan che eresse con pietre che alternano blocchi bianchi e neri. Il passaggio anche su questi luoghi nel 1838 del Pascià d’Egitto Ibrahim Bacha ha lasciato una certa impronta. Altri edifici servivano da scuderie, complessi residenziali e persino una moschea. A queste aggiunte si aggiungono elementi mamelucchi e ottomani.

Guarda anche

Si vous avez trouvé une coquille ou une typo, veuillez nous en informer en sélectionnant le texte en question et en appuyant sur Ctrl + Entrée . Cette fonctionnalité est disponible uniquement sur un ordinateur.

Cette publication est également disponible en : Français English العربية Deutsch Español Հայերեն

Expert économique, François el Bacha est l'un des membres fondateurs de Libnanews.com. Il a notamment travaillé pour des projets multiples, allant du secteur bancaire aux problèmes socio-économiques et plus spécifiquement en terme de diversité au sein des entreprises.