La cerimonia del 14 luglio 2009 ad At Tiri nel sud del Libano in compagnia del Contingente francese di UNIFIL. Credito fotografico: Libnanews.com, tutti i diritti riservati.

UNIFIL è stata creata su iniziativa del generale francese Jean Cuq, quest’ultimo diventerà il suo primo secondo in comando nel 1978 per occuparsi sia delle forze israeliane che delle milizie dell’OLP che avevano approfittato dell’indebolimento delle forze armate. Libanese di stabilirsi lì e compiere operazioni contro lo stato ebraico.

Cos’è UNIFIL?

UNIFIL – che è una forza internazionale di mantenimento della pace delle Nazioni Unite  – è stato creato il 19 marzo 1978 con risoluzione 425 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Perché è stato creato?

È schierato nel sud del Libano a seguito dell’operazione israeliana intitolata Litani e mira a sopprimere la presenza armata palestinese nell’area che stava effettuando numerose operazioni contro la Galilea.

Qual è la missione di UNIFIL?

Mira anche ad aiutare il governo libanese a ripristinare lì le sue prerogative.

Secondo il suo mandato, i membri militari di questa istituzione internazionale devono:
Conferma la partenza delle truppe israeliane dal Libano meridionale
Ripristinare la pace e la sicurezza internazionali
Aiuta il governo libanese a ripristinare la sua effettiva autorità nella regione.

La sua missione principale oggi è garantire che le due parti rispettino le risoluzioni 425, 426 e 1701 del Consiglio di sicurezza dell’ONU. È sulla base delle sue osservazioni che le segnalazioni di violazioni di queste risoluzioni vengono presentate dal Segretario generale delle Nazioni Unite. Possiamo in particolare citare il caso dei sorvoli quasi quotidiani da parte di aerei israeliani sul territorio libanese in violazione della risoluzione 1701.

Da parte sua, Israele ritiene che questi sorvoli siano necessari, indicando che nonostante la presenza di UNIFIL, elementi armati compresi quelli di Hezbollah sono ancora presenti a sud dei Litani. 

Quanti uomini ci sono in UNIFIL?

Tra i principali contingenti, l’Italia con 2.500 soldati, il contingente francese con 2.000 uomini, la Spagna con 1.100 soldati. Questi 3 paesi costituiscono la spina dorsale delle truppe di terra. 
In totale nel 2017, 10.520 soldati provenienti da 41 paesi sono stati dispiegati all’interno di UNIFIL. Più di  279 membri di UNIFIL sono morti in missione a cui si aggiungono centinaia di feriti.  

Guarda anche: 25 maggio 2000 e il ritiro israeliano dal Libano meridionale

Leggi anche: Risoluzione 425 (1978) del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Le truppe UNIFIL issano per la prima volta la bandiera delle Nazioni Unite a Nakoura, nel sud del Libano, nel marzo 1978. Fonte Archivi delle Nazioni Unite
Le truppe UNIFIL issano per la prima volta la bandiera delle Nazioni Unite a Nakoura, nel sud del Libano, nel marzo 1978. Fonte Archivi delle Nazioni Unite

Per questo, molti paesi hanno inviato i loro soldati. I numeri sono variati dal 1978 a seconda della situazione e hanno raggiunto i 7.935 nel 2000 durante il ritiro israeliano dal Libano meridionale. La sua sede sarà stabilita a Naqoura, nel Libano meridionale, a partire dal 1978. È anche nel suo quartier generale che l’esercito israeliano e quello libanese si incontrano in conformità con l’accordo di armistizio del 1949 per discutere le misure necessarie per garantire che non vi siano incidenti tra i due paesi.

Dopo l’invasione israeliana del 1982 durante l’Operazione Pace in Galilea, includerà anche elementi della Forza multinazionale.

A seguito del ritiro israeliano del 25 maggio 2000, il compito di UNIFIL sarà quello di istituire, in collaborazione con i rappresentanti israeliano e libanese, la linea blu, la linea di demarcazione tra i due paesi e garantire il ritiro delle truppe dall’IDF.

A seguito del conflitto del luglio 2006 e dell’adozione da parte del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite della risoluzione 1701, UNIFIL adotterà un nuovo formato, con l’istituzione di una componente marittima che integra le truppe di terra. Sarà inoltre responsabile della fornitura di assistenza per contribuire a garantire l’accesso umanitario alle popolazioni civili e assistere al rimpatrio volontario degli sfollati in condizioni di sicurezza ancora nella regione del Libano meridionale.

Una giornata trascorsa con il contingente francese di UNIFIL

La cerimonia del 14 luglio 2009 ad At Tiri nel sud del Libano in compagnia del Contingente francese di UNIFIL. Credito fotografico: Libnanews.com, tutti i diritti riservati.
La cerimonia del 14 luglio 2009 ad At Tiri nel sud del Libano in compagnia del Contingente francese di UNIFIL. Credito fotografico: Libnanews.com, tutti i diritti riservati.
La cerimonia del 14 luglio 2009 ad At Tiri nel sud del Libano in compagnia del Contingente francese di UNIFIL. Credito fotografico: Libnanews.com, tutti i diritti riservati.
La cerimonia del 14 luglio 2009 ad At Tiri nel sud del Libano in compagnia del Contingente francese di UNIFIL. Credito fotografico: Libnanews.com, tutti i diritti riservati.
La cerimonia del 14 luglio 2009 ad At Tiri nel sud del Libano in compagnia del Contingente francese di UNIFIL. Credito fotografico: Libnanews.com, tutti i diritti riservati.
La cerimonia del 14 luglio 2009 ad At Tiri nel sud del Libano in compagnia del Contingente francese di UNIFIL. Credito fotografico: Libnanews.com, tutti i diritti riservati.

Si vous avez trouvé une coquille ou une typo, veuillez nous en informer en sélectionnant le texte en question et en appuyant sur Ctrl + Entrée . Cette fonctionnalité est disponible uniquement sur un ordinateur.

Cette publication est également disponible en : Français English العربية Deutsch Español Հայերեն